rifacimento coperture industriali
Rifacimento coperture industriali, una guida per scegliere quella giusta per la tua azienda
12/04/2022

Coperture industriali per strutture prefabbricate: focus sui pannelli coibentati

coperture industriali forlì

Le coperture industriali, per capannoni prefabbricati, come del resto qualsiasi tetto, assolvono principalmente una funzione di protezione e salvaguardia dell’ambiente interno alla struttura.

È chiaro che per ottenere tale risultato è necessario scegliere con attenzione il tipo di copertura industriale adatta: vediamo insieme alcune considerazioni ed esempi utili per non prendere decisioni avventate, proteggendo nel migliore dei modi il proprio patrimonio.

Le principali strutture delle coperture industriali

Tra le strutture di coperture per capannoni industriali troviamo:

  • tetti carrabili
  • tetti a shed
  • tetti curvi
  • tetti a falde con doppia o unica pendenza
  • tetti con travi ad Y
  • coperture con strutture piani (pedonabili e non)
  • coperture per capannoni industriali prefabbricati

Una volta definita la tipologia di struttura migliore il passo successivo è rappresentato dalla scelta del manto, responsabile della presenza di infiltrazioni legate ad agenti atmosferici come vento, pioggia, neve e grandine.

Quali sono i fattori da considerare nella scelta di una copertura industriale

Durante la fase di ricerca e analisi della soluzione più adatta alle proprie esigenze ci sono diversi fattori che è opportuno prendere in considerazione:

  • caratteristiche climatiche della zona dove si trova la struttura;
  • con quanta frequenza pioggia, grandine e vento forti si manifestano durante l’anno?
  • quanto sono acide le piogge?
  • quanto dista il capannone industriale dal mare?
  • ci sono mai forte nevicate o gelate?
  • quali sono i requisiti minimi di efficienza energetica da rispettare?

Vedrai che rispondendo man mano a queste domande inizierà a delinearsi una sorta di “identikit” della vostra copertura.

Manti di copertura per capannoni industriali: focus sui pannelli coibentati in presenza di strutture prefabbricate

Quando si parla di strutture prefabbricate la soluzione più utilizzata è quelle dei pannelli coibentati, noti anche come pannelli sandwich.

Tale copertura industriale si distingue per l’incredibile resistenza, la facilità di posa, l’economicità e la durabilità.

I pannelli coibentati sono inoltre caratterizzati da un elevato livello di isolamento grazie alla presenza di un materiale isolante interno che può essere: polistirene, poliuretano o lana minerale compressa.

Applicati in presenza di edifici industriali questa tipologia di copertura presenta diversi vantaggi, tra cui:

  • facilità di installazione di linee vita anticaduta;
  • isolamento termico in tutto l’edificio;
  • buon grado di isolamento acustico;

Inoltre, coperture industriali realizzate con pannelli sandwich coibentati sono un’ottima base di appoggio per soluzioni come pannelli fotovoltaici o solari termici.

Un breve approfondimento sulle coperture industriali per capannoni agricoli e tetti inclinati

Meritano un approfondimento due casistiche in particolare quando parliamo di rifacimento coperture per capannoni industriali: le strutture con tetti inclinati e quelle destinate ad ospitare animali.

Quando siamo in presenza di un capannone destinato ad ospitare animali è necessario basare le proprie scelte cercando di assicurargli la giusta protezione sia durante la stagione fredda che quella estiva.

In entrambi i casi un buon isolamento termico è fondamentale.

I pannelli coibentati rappresentano un’ottima scelta anche in queste circostanze; inoltre è bene ricordare che la presenza sulla parte interna del pannello di uno strato di vetroresina li protegge dall’effetto corrosivo dato dalla presenza di liquami evitando la formazione di condensa e la proliferazione di batteri.

Nelle strutture industriali con tetti inclinati il problema principale da gestire è rappresentato dalle continue infiltrazioni di acqua.

Il fenomeno si accentua quando l’impermeabilizzante utilizzato è una guaina bituminosa o in pvc: anche se il lavoro e la qualità dei materiali sono elevate, è opportuno fare sempre delle verifiche per valutare lo stato di usura della struttura e dello strato isolante.

Una soluzione adottata frequentemente in questi casi è rappresentata dalla realizzazione di coperture industriali con un tetto a falde.

Quando si utilizzano le lastre metalliche coi i capannoni industriali?

Questa domanda ci viene spesso rivolta dai clienti e, in effetti, è più che lecita.

In generale possiamo dire che le lastre metalliche rispetto ai pannelli non presentano uno strato isolante, dunque, non sono una buona scelta quando si parla di capannoni industriali.

La lastra è fortemente sconsigliata quando:

  1. si desidera un certo grado di isolamento acustico;
  2. si ha bisogno di una superfice calpestabile e pedonabile;
  3. si è alla ricerca di una soluzione economica ed isolante (come detto sopra non abbiamo uno strato con queste caratteristiche, dunque, deve essere aggiunto del materiale per ottenere lo stesso risultato di pannello sandwich coibentato).